I tunnel di Cu Chi , un salto nel passato

                                             I tunnel di Cu Chi , un salto nel passato

I tunnel di Cu Chi , un salto nel passato

Ed eccoci arrivati alla fine del nostro meraviglioso viaggio in Vietnam , con un ‘ultima avventura da raccontarvi . Prima di lasciare questa meravigliosa terra , infatti , la nostra amica Mita ci ha accompagnati , organizzandola ad hoc per noi , in questa interessante escursione .

Salutata  con un nodo alla gola , l’incredibile città di Ho Chi Minh ci siamo diretti a circa 30 km a Nord  . Lungo il cammino ci fermiamo per qualche scatto …

davanti ai nostri occhi , si apre un ‘ enorme distesa boschiva dove gli alberi di caucciù la fanno da padrone . Ripresa la  strada  arriviamo , infine , al sito .

I tunnel di Cu chi  , (rete sotterranea di cunicoli che si estende per oltre 250 km .) ,che vennero usati negli anni 60 dai Vietcong per combattere  i nemici durante la guerra del Vietnam , ci permettono di fare un salto dentro la storia e sono , a nostro parere , una tappa molto importante del viaggio . Dopo aver fatto i biglietti d’ingresso , entriamo i dentro ad un bunker , dove assistiamo ad un interessante documentario in italiano sulla guerra in questione . Successivamente , lungo il percorso , abbiamo modo di osservare le entrate ai rifugi sotterranei , le trappole con cui i Vietcong uccidevano o catturavano i nemici , varie  botole e manichini  rappresentativi ed un carro armato americano reso inutilizzabile da una mina .

Essendo di corporatura esile , decidiamo di percorrere una piccola parte dei tunnel  … eccoci a strisciare in silenzio immaginandoci una  vita intera  sottoterra provando sensazioni indescrivibili

Il tempo scorre in fretta e dopo aver scattato centinaia di foto , siamo pronti a dirigerci verso l’aeroporto per far rientro in Italia .

Salutiamo affettuosamente Mita con un velo di commozione  perché come spesso accade , alla fine di una nostra avventura  , ci ritroviamo con nuovi amici che forse non riabbracceremo più , ma anche questa è la vita !

Rimasti soli , nella sala d’attesa  del gate , ripercorriamo l’intero viaggio , rivivendo  ogni cosa e pensando a tutte le persone incontrate  (Emma , Angelo , Sono io , Phuongina , il signor My  e Mita ) che ci hanno lasciato un caro ricordo che porteremo sempre con noi …

Ci sentiamo presto

Santi e Grazia

 

Precedente Il delta del Mekong Successivo Tirando le somme ...oltre un anno di blog

Lascia un commento

*