incontro con i Masai nella strada che porta al mare

                                    Incontro con i Masai , nella strada che porta al mare 

Incontro con i Masai nella strada che porta al mare

Incontro con i Masai nella strada che porta al mare

  Il sole è già alto quando , dopo l ‘ ultimo scatto a  ricordo del magnifico safari appena conclusosi  ,si parte verso una nuova meta .Gli animali della savana sembrano radunarsi per darci un  saluto e noi sentiamo una fitta al cuore …non vorremmo lasciare quel luogo , ma dobbiamo andare . Riprendiamo le strade polverose e  scoscese che ci condurranno verso Sud , parlando , nel frattempo , con i nostri compagni di avventura delle grandi emozioni provate .

Ad un tratto il nostro driver , Salim , si accosta e ci propone un fuori programma , la visita ad una “riserva ” Masai che noi ,ovviamente , accettiamo felicissimi .

Arrivati al villaggio , veniamo accolti con danze tipiche e canti che ci catapultano dentro una realtà quasi magica , facendoci provare la sensazione di vivere dentro un documentario . Un tripudio di colori vivaci , di splendidi gioielli di perline annebbia la nostra vista , mentre ci lasciamo trascinare lentamente dentro   le capanne di fango .I dolcissimi bambini ci prendono per mano e ci accompagnano nel nostro   parlare con il capo tribù che ci illustra il loro semplice stile di vita regolato dal calar del sole e dal mutare delle stagioni  . Ci cimentiamo con interesse in  qualche attività e proviamo ad accendere un fuoco …

Incontro con i Masai nella strada che porta al mare

E’ giunta ,intanto ,  l’ora di riprendere il cammino verso il mare , è il momento dei saluti e decidiamo di “congedarci ” unendoci in una bellissima danza con questo popolo fiero , che da nomade , oggi è divenuto stanziale ,   costretto   a vivere in piccole aree  sterili ed aride della savana .

Emozioni allo stato puro , quelle fino ad ora  vissute  , ma il viaggio non è ancora terminato , tanto altro ci attende riservandoci ancora infinite meraviglie che arricchiranno il nostro ” essere ” rendendoci  ” altro ” di noi …

Alla prossima

Santi e Grazia

 

Lascia un commento

*