La penisola dello Yucatàn

                                                             La penisola dello Yucatan

Penisola dello Yucatàn
Viaggiandoviaggevolmente Penisola dello Yucatan

 

 

 

 

Nulla è come appare …dietro vi è sempre sacrificio , dolore e forza di volontà che ci portano a raggiungere ogni più piccolo traguardo , ogni più piccolo attimo di fugace felicità .. questo è il nostro pensiero quando ricordiamo il viaggio in Messico arrivato improvvisamente dopo un lungo periodo di vita buio e triste .

Insieme a questa destinazione abbiamo ritrovato la voglia di sorridere , abbiamo ricominciato a viaggiare e a sognare , consapevoli che “esserci ”  è bello nonostante tutto  , basta saper aspettare pazientemente .

Sin dalla partenza abbiamo  intuito  che questo sarebbe stato per noi un viaggio da ricordare non solo per le bellezze della meta  , ma anche per alcune cose tragi-comiche che ci sono capitate ( la tele camera  che all’improvviso ha smesso di funzionare ; l’aver assistito prima del decollo  ad una furiosa litigata tra il pilota ed alcuni passeggeri “capricciosi ” con un conseguente notevole ritardo ; l’ acquazzone che ci ha beccati in pieno a Chichén Itzà ,ecc.).

Una volta arrivati in Messico a notte fonda  , giunti in hotel abbiamo cercato  di riposare un po’  , ma invano …troppe emozioni , il giorno dopo infatti , ci attendeva l’inizio di un sogno dentro la storia precolombiana dello Yucatàn .

La prima tappa è stata la visita  al sito archeologico di Chichén Itzà ( il più importante centro Maya dell’età postclassica  ) con il magnifico tempio di Kukulcàn  famoso ai più perché durante gli equinozi di primavera e di autunno permette di assistere al curioso fenomeno del “serpente discendente ” (la luce solare ad una determinata ora del giorno crea con un gioco di ombre l’illusione ottica di un serpente piumato che discende dal centro della piramide stessa  ) …

Penisola dello Yucatàn

Incredibile l’osservatorio astronomico con la sua curiosa forma a chiocciola e l’ immenso  Juego della pelota con rilievi che illustrano la decapitazione di un giocatore (evento che  spesso accadeva alla fine di ogni partita) …

Dopo questa magnifica “passeggiata storica ” ed un ottimo pranzo , stanchi ma soddisfatti abbiamo fatto rientro al nostro hotel di Mérida per un meritato riposo , il giorno successivo infatti , altri siti archeologici di grande fama  ci aspettavano  …

alla prossima

Santi e Grazia

 

 

 

 

 

 

Precedente Cancùn la Miami del Mexico Successivo La Penisola dello Yucatan II parte

Lascia un commento

*